11 giugno. Nasce a Villafalletto, Cuneo, simbolo di un Nord che viveva le umiliazioni dei migranti, Bartolomeo Vanzetti, che suo malgrado, da semplice venditore di pesci divenne simbolo universale dell’ingiustizia e della prepotenza verso il diverso.

Anarchici, lui e Nicola Sacco furono arrestati, accusati, e senza prove, anzi con colpevolezza che andava altrove, condannati a morte e giustiziati nonostante il mondo (e persino Benito Mussolini) si mossero a loro favore.

La colpa? Essere immigrati (Italiani) e anarchici.

Resta il fatto che i loro accusatori sono dimenticati. Loro due, no…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.