12 giugno 1965: la Satisfaction che cambiò il mondo

12 giugno.

(I can’t get no ) Satisfaction dei Rolling Stones, e quello stringere inesorabile di chitarra che ha dato voce e corpo a una intera ribellione, vennero al mondo, per il mercato, proprio un 10 giugno, poco meno di un mese dall’incisione in studio, a dire che allora, le cose, non avevano bisogno di piani marketing, studi di mercato o simili, si basavano sulle intuizioni e gli istinti di pochi, e ciò bastava ed avanzava.

La sensazione che scaturì quelle note partì da una notte americana, una ragazza picchiata sembra da Brian Jones, con conseguente rissa finale.

Satisfaction? E poi la rabbia. Questa la sensazione che rimase da quella nottata acida, e che Keith Richards tradusse in quelle famose cinque note che cambiarono il modo di sentire, parlare, mettendo in campo un essere inesorabile e ribelle, che arriva fino a noi.
Sembra che l’incisione avvenne inconsapevolmente e che colse come un pugno nello stomaco lo stesso Keith quando la mattina, più lucido, la risenti?

Qualcosa che venne da lassù, dal di sopra dell’uomo?

Può darsi…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.