4 giugno 1783, i francesi Joseph Michel e Jacques Etienne Montgolfier  titolari di una cartiera ad Annonay, provano, nella piazza del mercato, dove era stato acceso un fuoco di lana e paglia, un pallone volante di loro invenzione (tela e carta 10 metri di diametro), che si sollevò, portò il concetto concreto di poter essere uomo anche oltre il suolo, raggiunse una altezza di circa 2.000 metri e da quel giorno chiamandosi mongolfiera..

L’idea era venuta osservando dei sacchetti  di carta sollevarsi spinti dal fuoco del camino.

Una osservazione semplice, quella, di un fatto comune, che scatenò una serie infinita e ossessiva di esperimenti nei fratelli, che culminò con il successo.

La tappa successiva dell’invenzione  fu Versailles, dove alla presenza di  re Luigi XVI, la regina Maria Antonietta e la corte, venne effettuato il primo viaggio aereo della storia, con viaggiatori obbligati e perplessi, che furono una pecora, un’oca e un gallo.

Non si sa se la pecora famosa a sua insaputa visse più del re prossimo decapitato.

La mongolfiera, la sua idea, e tutto quello che comportò in sviluppo la sua creazione in innovazione, sì.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.