SESTO SAN GIOVANNI – Non uno, bensì due. Tanti sono i treni colpiti dal lancio di sassi lungo la linea Milano-Sesto San Giovanni nella mattinata di sabato. Ormai si tratta davvero di una situazione pericolosa e non più tollerabile, anche per la stessa sicurezza dei macchinisti e di tutti i passeggeri.

Sabato mattina si era subito sparsa la voce di un treno preso a sassate, anche con alcune foto finite sui social network accompagnate da parole di condanna: era il convoglio preso di mira pochi istanti prima delle 6 in prossimità della stazione di Milano Greco Pirelli, con il personale già a bordo per tutte le operazioni di verifica prima di dare il via al treno.

La sassaiola, però, con vetri in frantumi e con rischi per l’incolumità del personale, aveva determinato la soppressione del treno.

Ora si scopre che nella stessa mattinata è stato preso a sassate lungo la stessa linea anche un treno merci. Sassi che hanno colpito la cabina del macchinista mentre procedeva a bassa velocità tra Sesto San Giovanni e Greco Pirelli. Pare che i macchinisti, pur sorpresi dall’atto vandalico, siano riusciti a cavarsela e addirittura a fotografare l’autore del gesto.

E’ molto probabile che si tratti della stessa persona che, in questi mesi, nonostante le indagini in corso da parte della Polizia ferroviaria, ha già colpito più volte i treni in transito.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.