Campus Orienta: all’autodromo i ragazzi scelgono il loro futuro

0

MONZA – La maturità ormai è alle porte e la scelta del percorso universitario o professionale da intraprendere è per tanti studenti ancora un tabù. Laurea scientifica o umanistica, università italiane oppure straniere, percorso professionale oppure tentativo di entrare subito nel mondo del lavoro?

Tanti i dubbi dei ragazzi delle classi quinte (e dei colleghi di quarta che il prossimo anno dovranno fare la scelta del futuro) che martedì e mercoledì hanno partecipato al Campus Orienta organizzato da Class Editori in collaborazione con il Comune e l’Ufficio scolastico regionale. Un grande salone dello studente, allestito all’interno dell’Autodromo, che ha visto la partecipazione di circa 5mila studenti delle ultime due classi delle scuole superiori di Monza e Brianza e delle province di Lecco e Como.

Gli studenti hanno potuto curiosare e conoscere più da vicino una quarantina di proposte formative e professionali: dalle università alle accademie, dai centri di formazione a nuove realtà che offrono sbocchi professionali fino a pochi anni fa impensabili. Quei cosiddetti lavori del futuro dove l’alta specializzazione è carta vincente e fondamentale per immettersi nel mondo del lavoro.

“Non abbiamo la pretesa di trovare una risposta ai vostri dubbi – ha commentato Domenico Ioppolo, promotore dell’iniziativa – ma fornire stimoli perché possiate approfondire le vostre curiosità. Per esempio oggi la laurea in matematica e in fisica non apre più solo, come in passato, le porte all’insegnamento ma è molto richiesta per lavorare con la rete e con i social”.

Non solo stand, ma anche azione con spazi dedicati ai test di ammissione alle facoltà a numero chiuso, lo sportello di Counseling con incontri individuali e di gruppo, test attitudinali per capire se davvero si è portati per un determinato tipo di studio e anche un angolo dedicato agli insegnanti con workshop e seminari tenuti da esperti in orientamento alla scelta.

“State vivendo un momento di scelta consapevole – ha commentato il sindaco Dario Allevi intervenuto alla cerimonia di inaugurazione del Campus Orienta – Magari ai miei tempi ci fossero state iniziative di questo tipo: allora si sceglieva spesso in modo superficiale. Scegliete con il cuore e con la testa, lo scenario lavorativo sta cambiando anche nel nostro territorio da sempre definito l’università del fare”.

Un augurio e un invito alla scelta consapevole è arrivato anche da Roberto Invernizzi, presidente della Provincia di Monza e Brianza presente all’evento con uno stand della Protezione civile. “Nel vostro curriculum riservate uno spazio dedicato al servizio agli altri – ha dichiarato -. È un elemento di valore. Nella scelta scolastica dovete guardare a un mondo che cambia, partendo dalle vostre aspirazioni. Fate il lavoro che in coscienza  avete voglia di fare”.

Il Salone dello studente ritornerà il prossimo anno, con la promessa di anticipare l’evento. Nel frattempo Campus Orienta è diventata una comunità dove gli studenti potranno comunicare, confrontarsi e soprattutto trovare l’ampia piattaforma di proposte e sbocchi per il futuro.

Tutti i dettagli sul sito www.salonedellostudente.it

Barbara Apicella

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.