Chirurgia toracica al San Gerardo: un’ottima annata

0
Chirurgia toracica al San Gerardo
Chirurgia toracica al San Gerardo

Chirurgia toracica al San Gerardo: per la Asst di Monza il bilancio è più che positivo. Ad un anno esatto dall’arrivo del dott. Marco Scarci, direttore della Struttura complessa di Chirurgia Toracica, si tirano le somme.

Un aumento dei ricoveri (525 nel 2017 contro i 756 nel 2018), una riduzione della degenza media da 5,3 giorni nel 2017 a 3,2 nel 2018; 96% di aumento di pazienti provenienti da fuori regione, a testimonianza dell’attrattività del reparto a livello nazionale. Inoltre l’85% di tutte le procedure sono state effettuate con tecnica minimamente invasiva che consiste in un’unica incisione di soli 3 cm, ridotta aggressività dell’intervento, quindi ripresa più rapida.

“Nel 2018 – sottolinea Scarci – per la Chirurgia toracica al San Gerardo abbiamo iniziato anche una serie di procedure poco diffuse sul territorio: correzioni con tecnica minimamente invasiva di Nuss di difetti congeniti della parete toracica nei bambini, trattamento endoscopico dell’enfisema polmonare, fissazione di fratture costali, biopsie polmonari per via broncoscopica con apparecchio superdimension: i pazienti possono avere una biopsia di noduli sospetti in piena sicurezza e senza necessità di un intervento chirurgico o altra tecnica invasiva”.

Tra le tante attività del 2018 c’è stato anche il potenziamento del presidio di Desio con un ambulatorio di chirurgia toracica a cadenza settimanale e un chirurgo dedicato per consulenze. Il piano per il 2019 è di potenziare ulteriormente il presidio di Desio con lo spostamento di una parte dell’attività operatoria.

“Il nostro obiettivo – sottolinea Mario Alparone, Direttore generale della ASST di Monza – è quello di andare a coprire le necessità di entrambi i presidi, Monza e Desio, oltre ad aumentare la capacità produttiva degli ospedali, ma soprattutto confermare la strategia della presa in carico dei pazienti cronici ed acuti in ogni settore. La ASST di Monza si conferma ancora una volta un’eccellenza grazie all’investimento in professionisti e nelle nuove tecniche per il potenziamento della chirurgia con strumenti all’avanguardia”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.