Chiusura biglietterie Trenord dice che non è vero

0
Trenord e FS
Trenord e FS

Chiusura biglietterie Trenord in alcune stazioni: «Una notizia priva di fondamento. Almeno secondo Trenord».

Così Roberto Corti, Sindaco di Desio «Teniamo alta l’attenzione. Appresa la notizia dai giornali, Roberto Corti ha scritto a Trenord. «La società ferroviaria – spiega il sindacomi ha risposto smentendo, di fatto, la chiusura delle biglietterie. ».

Il Sindaco amplia il ragionamento sulla chiusura biglietterie Trenord:

«Le biglietterie sono il primo presidio di sicurezza nelle stazioni. Toglierle per razionalizzare i costi significa rischiare di fare degli scali ferroviari terra di nessuno. ».

La decisione di Trenord di eliminare le biglietterie risulterebbe ancora più grave se si considera che tra le sette linee ferroviarie più pericolose della Lombardia ben quattro passano proprio dal territorio brianzolo e che quella più a rischio è la S9, la Saronno – Seregno.

In un’ottica di collaborazione, lo scorso 23 aprile e poi, ancora, martedì 28 maggio, Roberto Corti, insieme ai colleghi Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone e Maria Fiorrito, sindaco di Muggiò, aveva mandato una lettera all’assessore regionale Claudia Maria Terzi rinnovando la richiesta dell’apertura di un «tavolo» sui problemi del trasporto ferroviario, in particolare delle linee S9 e S11.

In seguito a questo Claudia Maria Terzi ha, infatti, convocato i sindaci di Desio, Lissone e Muggiò mercoledì 14 giugno a Palazzo Lombardia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.