Cimitero, è tempo di rinnovamento e manutenzioni

0
Cimitero, è tempo di rinnovamento e manutenzioni
Cimitero, è tempo di rinnovamento e manutenzioni

Cimitero di Monza:  operai al lavoro per un piano di manutenzione importante. I lavori sono cominciati con la pulizia dei monumenti di pregio e delle tombe dei personaggi monzesi illustri, il piccolo Famedio della città:

«Queste persone hanno legato la loro storia a quella di Monza», afferma l’Assessore Simone Villa «si è grandi quando si contribuisce a costruire un’idea di città anche per il futuro».

L’intervento ha interessato una dozzina di monumenti tra i quali la tomba di Mosè Bianchi, pittore della seconda metà dell’Ottocento, scomparso il 15 marzo 1904 all’età di sessantaquattro anni, Antonio Ciminata, medico e professore, cittadino onorario vissuto nella prima metà del Novecento, Gaetano Antonietti, industriale tessile, l’ingegner Giovanni Bergomi, autore dei progetti di via Vittorio Emanuele nel 1879 e di via Volta nel 1886. Sono stati riqualificati anche il monumento ai caduti di tutte le guerre posato nel 2002 e il campo militare mediante idropulizia delle tombe, ripristino della ghiaia e posa di nuovi fiori in vaso.

Oggetto dell’intervento di manutenzione anche il campo 8, quello dei bambini. In questo caso è stata fatta un’operazione di idropulizia, sono state sistemate le targhette, livellato il terreno, ridefiniti i vialetti e posati nuovi cordoli. Le pareti, interne ed esterne, della guardiola di via Nievo sono state tinteggiate, grazie anche alla manodopera di «lavoratori socialmente utili».

Sono stati rimossi gli alberi di calocedro deperiti e piantati ottantacinque agrifogli.

Una trentina le panchine pulite e riverniciate. Altri lavori cominceranno tra fine febbraio e inizio marzo: in programma la sabbiatura e la riveniciatura di 45 fontanelle, 45 porta secchielli e 30 porta corone, l’idropulizia di 14 trincee interrate, compresi gli accessi alle scale, le pareti e i corrimano, la sostituzione delle griglie in ghisa e acciaio e l’applicazione di strisce antiscivolo sulle 28 scale.

Il Cimitero urbano di via Foscolo occupa una superficie di oltre 225 mila mq. nel quartiere Cederna – Cantalupo. Fu costruito negli anni Trenta del Novecento, «unificando» due dei tre cimiteri allora presenti in città: quello di San Gregorio, di origine seicentesca, in via Guarenti e quello di San Gerardo nelle vicinanze di via Buonarroti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.