Al tema della tutela della salute pubblica e del rispetto dell’ambiente è sempre stato sensibile. Gianmarco Corbetta, ora consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in precedenza impegnato nella battaglia per dire no al forno inceneritore di Desio (“termovalorizzatore” per gli addetti ai lavori), ora punta il dito contro Roberto Maroni: “Lo stesso impegno che mette da anni per salvare Pedemontana, sarebbe bello vederlo nella battaglia contro lo smog che uccide migliaia di lombardi ogni anno. Oppure per eliminare le liste d’attesa presso gli ospedali pubblici. Invece questa determinazione, al limite dell’accanimento terapeutico, la mette solo per salvare una grande opera davastante per il territorio”.

Corbetta fa presente che il cosiddetto “Secondo Atto Aggiuntivo al Piano Economico Finanziario” da più di un anno attende l’ok del Governo: “Mi pare riduttivo liquidare la cosa come un semplice ritardo nell’apporre “l’ultima firma” su un documento. Evidentemente anche dalle parti di Roma sono molti i dubbi sull’opportunità di proseguire con questa grande opera inutile, come è emerso chiaramente durante una recente audizione dei vertici di Pedemontana in Senato”.

Sullo sfondo, naturalmente, l’istanza di fallimento. Mentre il Governatore della Lombardia proprio lunedì ha dichiarato di essere ottimista, considerando che le banche sono al lavoro per dare continuità e completamento all’opera, l’esponente pentastellato critica l’atteggiamento del Pirellone: “Maroni poi continua a ripere la fake news secondo la quale costerebbe di più non farla che farla, nonostante la Regione, colpevolmente, non abbia mai studiato una exit strategy. Trovo infine vergognoso questo “tirare per la giacchetta” il Tribunale, che, è bene ricordare, non si è ancora pronunciato sull’istanza di fallimento richiesta dalla Procura. Quand’anche la richiesta di fallimento venisse rispinta e il Secondo Atto Aggiuntivo venisse controfirmato dal Governo, saremmo ben al di là dall’aver salvato Pedemontana! I miliardi che servono per completare l’opera sarebbero ancora tutti da trovare”.

Intanto, in attesa di nuovi sviluppi, per Corbetta vale una considerazione: “Siamo arrivati negli ultimi due anni al diciottesimo o diciannovesimo annuncio di Maroni che salva Pedemontana. Per fortuna la realtà è ben diversa”.


Macelleria da Luigi

Macelleria da Luigi, a Varedo, è il tipico negozio della porta accanto, condotto dalla passione e nell’otti...

Charme Tanya

Tanya dedica la sua vita alle donne, occupandosi, da oltre trent’anni, di mantenere e arricchire la l...

Nido Biribimbo

Cos’è Nido Biribimbo Biribimbo Home di Dany e Ruth (Seveso Baruccana, in via Rosmini 41) è un asilo n...

Demacar Monza

L’avventura imprenditoriale di Dema Car Monza inizia nell’ottobre del 1963, quando il capostipite Pino Desi...

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome