Cross per tutti 2019: in gara anche Claudia Gelsomino, tricolore di atletica

0
Cross per tutti 2019
Cross per tutti 2019

Cross per tutti 2019: chiuse le iscrizioni online (ma domenica mattina riprenderanno quelle sul campo), inizia a definirsi più chiaramente quanto accadrà nella prima tappa del Cross per Tutti 2019 a Cesano Maderno.

Poco meno di 1900 gli atleti di tutte le età e di tutte le province lombarde (e non solo) che hanno già aderito al circuito di gare milanesi.

Si allarga ancora il numero di pretendenti alla vittoria nella prova d’elite, quella sui 6 km riservata a Senior e Promesse. Ai già annunciati “miler” del CUS Pro Patria Milano con Zohair Zahir, Luca Leone, Edoardo Melloni e Matteo Geninazza, con Luca Tocco (Parco Alpi Apuane) che l’anno scorso corse senza una scarpa, ecco arrivare anche i bergamaschi Samuel Medolago (Valle Brembana) e l’ex azzurrino Luca Beggiato (Pool Alta Valseriana), il pavese Andrea Albanesi (Free Zone), e il milanese Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate), più volte vincitore nelle passate edizioni.

Tra le Promesse che proveranno a inserirsi nelle posizioni di testa sono attesi Thomas Previtali (Atl. Vedano), Filippo Dallù (CUS Pro Patria Milano), Harold Canal (CUS Pro Patria Milano) e Vittorio Braccia (PBM Bovisio).

La gara femminile (4 km) si impreziosisce con una autentica top runner. Con il pettorale 1796 sarà al via Claudia Gelsomino (Cardatletica, foto sotto), eterna master (SF50) che nel 2014 si laureò a Milano Campionessa italiana di Maratona. In questo 2019 ha già messo a segno la vittoria nella prova Master del Campaccio.

Vedremo se l’esperta Gelsomino, al debutto nel circuito, saprà tener testa alle ben più giovani Najla Aqdeir (Bracco Atletica), specialista delle siepi e vincitrice nel 2018, e all’allieva Susanna Marsigliani (Fanfulla Lodigiana), che al Cross per Tutti vince da quando correva tra le Esordienti. Attenzione alle triatlete azzurre del CUS Pro Patria Milano, la promessa Carlotta Missaglia, l’anno scorso campionessa regionale junior nel cross, e la junior Bianca Seregni, che nel 2018 si è laureata campionessa europea elite di aquathlon (nuoto + corsa).

Degna di attenzione anche l’attesa sfida Master tra i decani del circuito. Tra gli M80 scontro a due tra il campione in carica Remo Andreolli (Atl. Cinisello) e Pietro Ferrari (Road Runners Club Milano), entrambi classe 1936, veri esempi di passione sportiva.

Curiosità: il pettorale numero 1 anche quest’anno è finito sulla maglia di Felice Delaini, presidente dell’Euroatletica 2002 di Paderno Dugnano, società campione in carica delle classifiche Master e Giovani.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.