Dipendente di Autoguidovie aggredisce il superiore: arrestato per tentato omicidio

0

DESIO – Non ha accettato la sospensione dal servizio e, anziché chiarire la situazione, ha preferito usare la forza: un dipendente di Autoguidovie mercoledì, dopo aver ripetutamente colpito in testa il suo superiore con una chiave inglese, è stato arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio.

Il fatto di inaudita violenza è accaduto nella mattinata. Verso le 11.30 l’uomo di 33 anni, residente a Seregno ma originario di Siracusa, ha fatto il suo ingresso nella sede dell’azienda.

Era entrato con la scusa di chiedere chiarimenti riguardo alla sua sospensione dal servizio, ma a quanto pare era già animato da cattive intenzioni. Tant’è che si è presentato con un coltello da macellaio e con una chiave inglese.

Ha iniziato subito a litigare con il suo diretto superiore, un suo coetaneo che riteneva responsabile del suo allontanamento dal servizio. Poi la situazione è degenerata finché, dopo i toni sempre più accesi, ha estratto la chiave inglese e l’ha colpito ripetutamente in testa.

I dipendenti dell’azienda hanno subito chiamato i Carabinieri che hanno bloccato l’aggressore e l’hanno arrestato per tentato omicidio. Il suo superiore è stato accompagnato all’ospedale. Le sue condizioni, all’inizio considerate serie, sono state ridimensionate dai medici che l’hanno giudicato guaribile in 15 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.