Diritto del Lavoro: licenziamento e consulenza legale

    0
    diritto del lavoro
    diritto del lavoro

    L’art.4 della Costituzione italiana riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendono effettivo questo diritto. La legge italiana stabilisce che il cittadino deve avere la possibilità di accedere a qualsiasi tipo di attività lavorativa che gli permetta di esprimere le proprie capacità e, al contempo, di percepire un’adeguata retribuzione come riconoscimento per il lavoro svolto.

    È opportuno sottolineare come nel mercato del lavoro non sia importante solo chi cerca, bensì anche chi offre opportunità lavorative: infatti, questa disciplina ha lo scopo di moderare le relazioni di interdipendenza tra domanda e offerta, tra chi cerca e chi offre lavoro.

    Per poter tutelare i lavoratori – soprattutto le lavoratrici in tema di maternità – sono state emanate norme specifiche che impongono al principale di rispettare determinate condizioni.

    Licenziamento per giusta causa

    Il licenziamento, nel diritto del lavoro, è un istituto giuridico il cui scopo è quello di porre fine ad un rapporto di lavoro. Le motivazione del licenziamento disciplinare possono essere di diversa natura ma, nonostante ciò, possiamo individuare due macro-categorie:

    • Licenziamento per giusta causa: avviene quando il rapporto di fiducia che intercorre tra il lavoratore e il datore di lavoro viene pregiudicato da un comportamento scorretto tenuto dal primo; la conseguenza è l’interruzione da parte del principale del rapporto lavorativo tra i due soggetti. In questo caso, il dipendente non ha diritto al preavviso di licenziamento; infatti, si parla “licenziamento in tronco”, per esaltare la natura improvvisa dell’atto.
    • Licenziamento per giustificato motivo: avviene quando il lavoratore commette inosservanze meno gravi rispetto alle precedenti ma che portano comunque ad interrompere il rapporto di fiducia lavoratore-datore. In questo caso, però, il principale è obbligato a rispettare un termine di preavviso; questo significa che, tra il momento del licenziamento e quello dell’interruzione effettiva del rapporto di lavoro, devono trascorrere un numero minimo di giorni.

    Lo Studio Legale Mazzotta, che conta anni di expertise nel settore, offre assistenza legale nel settore del diritto del lavoro e del licenziamento per giusta causa.

    Diritto del lavoro: retribuzione, tredicesima e quattordicesima

    Nel diritto al lavoro italiano, la retribuzione viene definita come il compenso che spetta al lavoratore per l’attività lavorativa svolta. Nel caso la retribuzione riguardi un lavoratore dipendente si usano i termini salario o stipendio; invece, per un lavoratore autonomo si parla di compenso.

    Trattando il tema della retribuzione è inevitabile affrontare i concetti di Tredicesima e Quattordicesima, mensilità aggiuntive che il lavoratore percepisce in determinati periodi dell’anno e che si aggiungono alla quota derivante dalla normale retribuzione.

    La Tredicesima mensilità, anche nota come gratifica natalizia, è stata introdotta nel 1973. Essa costituisce un riconoscimento monetario aggiuntivo rispetto alla retribuzione annua effettiva che i titolari sono tenuti a versare in busta paga ai propri dipendenti nel mese di dicembre. Questo bonus spetta a tutti i lavoratori dipendenti pubblici e privati, sia con contratto a tempo determinato che indeterminato; invece, non spetta a lavoratori autonomi.

    Al contrario della precedente, la Quattordicesima mensilità è stata introdotta di recente; essa viene aggiunta allo stipendio del lavoratore tra i mesi di giugno e luglio. La Quattordicesima non spetta a tutti i lavoratori: per sapere se si ha diritto a riceverla, è necessario controllare se questa è prevista nel contratto collettivo, contratto di lavoro stipulato a livello nazionale tra le organizzazioni rappresentanti dei dipendenti e i loro datori di lavoro.

    Lo Studio Legale Mazzotta offre consulenza legale a tutti coloro che devono risolvere un contenzioso in materia di diritto del lavoro e, in particolare, riguardo retribuzione, tredicesima e quattordicesima.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci un commento
    Inserisci il tuo nome

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.