Disabilità e nuove povertà: arrivano 700 mila euro

0

DESIO – “Abbiamo mantenuto un impegno con chi – enti, associazioni e mondo del non profit – si occupa delle persone più fragili per garantire servizi fondamentali per le persone in gravi difficoltà”. Così il sindaco Roberto Corti ha commentato la delibera di approvazione del “Piano di riparto del Fondo Nazionale Politiche Sociali”, approvata dalla Giunta giovedì 8 marzo.

Risorse per 700 mila euro. Il documento, che recepisce la delibera di Giunta regionale n. X/7775 del 17 gennaio, destina poco meno di 700 mila euro, 694.095,00 euro, all’Ambito Territoriale di Desio, formato dai Comuni di Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Limbiate, Muggiò, Nova Milanese, Varedo e Desio, ente capofila: sette Comuni per quasi duecento mila abitanti.

Disabilità e nuove povertà, gli obiettivi. “Questo è il risultato di un importante lavoro di collaborazione fra il Governo e gli enti locali, commenta in sindaco. Sono risorse per prestazioni, interventi e servizi assistenziali nell’ambito dell’offerta integrata socio-sanitaria per persone non autosufficienti. Le aree prioritarie di intervento sono il supporto alle persone disabili e alle loro famiglie e la lotta alle nuove povertà”.

Minori e stranieri: progetti di inclusione. Sul fronte delle politiche d’integrazione, l’amministrazione Corti darà continuità sul territorio al servizio di facilitazione e mediazione culturale in rapporto diretto con le scuole. Sarà, inoltre, garantito lo sportello stranieri, sia per l’assistenza alle pratiche amministrative sia per la mediazione linguistica.

Tutela dei minori e badanti. Quest’anno, anche grazie al Fondo, il “Servizio di Protezione Giuridica d’Ambito” potrà consolidare la sua attività in partnership con l’azienda speciale consortile Consorzio Desio-Brianza. L’obiettivo è gestire le situazioni di tutela, curatela e amministrazioni di sostegno di minori. Importante anche il rapporto con il Tribunale di Monza attraverso la rete “Fianco a Fianco”, che a Desio ha attivo uno sportello di informazione e consulenza sui temi della volontaria giurisdizione: nel 2017, il servizio ha gestito 125 casi di disabilità e 39 situazioni che coinvolgevano minori. Importanti anche i numeri dello Sportello “SAF”, che si occupa di far incontrare la domanda di assistenza a favore delle persone anziane con l’offerta, un tema di grande attualità: nel 2017 sono state 448 le persone, famiglie e badanti, che si sono rivolte allo sportello.

Il “Fondo Nazionale per le Politiche Sociali” (“FNPS”), istituito dalla Legge 449/1997, è un fondo destinato alle Regioni per lo sviluppo della rete integrata di interventi e servizi sociali, come previsto dalla Legge 328/2000. Si tratta pertanto di fondi che non finanziano progetti specifici, ma la rete ordinaria di interventi e servizi sociali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.