Foa Boccaccio: una giornata di sport e di resistenza politica

0

MONZA – Il Foa Boccaccio scende in campo e scende in strada per manifestare contro razzismo e politiche securitarie, queste ultime abbracciate anche dalla Giunta Allevi.

Una giornata all’insegna della competizione sportiva e della resistenza politica quella organizzata per domani, domenica 22 ottobre, dai militanti del centro sociale che da anni occupano lo spazio da tempo abbandonato del campo sportivo di via Rosmini. La mattina fischio di inizio del Campionato Popolare di calcio che vedrà affrontarsi sul campo ventidue squadre provenienti dalla provincia di Milano. Un evento dal sapore sportivo e politico promosso dalla rete Mediterraneo Antirazzista Milano impegnata contro ogni forma di razzismo, fascismo e sessismo e con il coinvolgimento dei migranti.

Poi il pomeriggio alle 16 al via il corteo per le vie del centro con la partecipazione delle ventidue squadre concludendo la manifestazione in stazione come forma di vicinanza e di sostegno ai migranti che da tempo hanno fatto dell’uscita di piazza Castello la loro seconda casa e luogo di ritrovo, con la presenza come testimoniano i fatti di cronaca anche di attività illecite.

Migranti che, come si legge sul profilo facebook del Foa Boccaccio “abitano il territorio e quotidianamente resistono alle politiche di controllo e di repressione che, sia a livello locale che nazionale, le istituzioni stanno mettendo in campo attraverso l’applicazione di ordinanze, normative e del famigerato decreto Minniti-Orlando”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.