Gran Premio d’Italia 2018 Monza: presentato il manifesto, un lavoro di computer grafica e manuale per un segno dal carattere orgogliosamente italiano

Come sostiene Sticchi Damiani (ACI): “E’ l’icona della nuova identità di Monza: un manifesto che simboleggia la fusione tra tradizione e innovazione e rappresenta l’appuntamento mondiale di Monza e dell’Italia intera con la F1”

Quello dello sguardo nazionale è un concetto ribadito da Redaelli (SIAS): “Richiamando cromaticamente il tricolore, il manifesto rimarca la rilevanza che il principale evento di motorsport ha per l’intero Paese Italia”

Questo il via all’immagine del Gran Premio d’Italia 2018 Monza di Formula 1, che si terrà al Monza Eni Circuit da venerdì 31 agosto a domenica 2 settembre.

Il manifesto è il risultato della perfetta combinazione tra moderna tecnologia e abilità manuale, e si ispira a quel binomio elettronica-fattore umano che permette alle moderne monoposto di correre in pista.

«L’Automobile Club d’Italia – ha dichiarato il suo Presidente, Angelo Sticchi Damiani – ha preso in mano le redini del Gran Premio d’Italia, per tutelare la sua storia prestigiosa e proiettarla verso un nuovo e più certo futuro, in un momento cruciale per il mondo dei motori. Il Gran Premio d’Italia a Monza – tappa fondante del mondiale di Formula 1 – gode ora di una nuova identità, raffigurata con abilità e passione nel manifesto realizzato da un artista come Aldo Drudi. Un manifesto, che simboleggia la fusione tra tradizione e innovazione, che sarà l’icona dell’appuntamento mondiale di Monza».

Secondo Giuseppe Redaelli, Presidente di Autodromo Nazionale Monza SIAS SpA, società che gestisce il Monza Eni Circuit: «La decisione del Presidente Angelo Sticchi Damiani di ospitare la presentazione del poster ufficiale all’Automobile Club d’Italia è la dimostrazione di quanto il Gran Premio d’Italia 2018 Monza sia per ACI un orgoglio e un importante impegno. Il manifesto, richiamando cromaticamente il tricolore, rimarca la rilevanza che il principale evento di motorsport ha per l’intero Paese Italia. L’Autodromo, come da tradizione, si sta dunque preparando al meglio per ospitare centinaia di migliaia di appassionati dal 31 agosto al 2 settembre, con l’auspicio di replicare il grande successo di pubblico registrato nel 2017 con 185mila presenze in tre giorni».

«Monza è una delle piste più antiche in cui si corre il Campionato del Mondo di Formula 1», ha dichiarato il designer Aldo Drudi «Abbiamo identificato nella Sopraelevata l’elemento iconico e caratteristico della storia di questo tracciato. Nella parte superiore dell’immagine, si riconosce invece il verde degli alberi del Parco di Monza. La vegetazione compone, insieme al bianco della curva e al rosso della vettura, il tricolore italiano, omaggio dovuto alla Nazione che ospita il Gran Premio».

La scritta Monza campeggia in verticale sulla parte destra del manifesto, con una font che evoca la natura sportiva dell’Autodromo ma anche la modernità di Milano.

«Ritengo – ha concluso Drudi – che il Gran Premio d’Italia sia l’evento sportivo glamour di Milano che si aggiunge ad eventi come il Salone del Mobile e le Settimane della Moda. Il lettering si miscela al disegno di fondo creando una texture camouflage che completa l’insieme».

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.