La Bonifica Amianto a Milano e Provincia: chi chiamare?

0

La Lombardia, dati alla mano, è la regione italiana, che più di tutte presenta un elevato numero di abitazioni e non solo che presentano manufatti in amianto.

È bene ricordare che in Italia, l’amianto fu vietato nel 1992, con la Legge n. 257 del marzo 1992.

É necessario considerare che l’amianto è presente in diversi settori, fin dagli anni ‘70, grazie alle sue proprietà termo acustiche, isolanti e di resistenza.

Peculiarità che hanno ampliato la diffusione, ma che costituiscono un rischio concreto per la salubrità dell’ambiente e la salute dell’uomo.

I rischi dell’amianto

L’amianto si identifica come un chiaro rischio per la salute dell’uomo, a causa delle sue piccolissime fibre che si disperdono nell’aria e divengono respirabili.

Sono quindi i polmoni gli organi maggiormente colpiti e l’inserimento dell’amianto nel circuito respiratorio dell’essere umano può provocare casi di tumore. Non conta tanto il tempo di esposizione all’amianto, nel senso che non è matematico che una persona che respira per più tempo aria inquinata con amianto sia più soggetta a contrarre tumore rispetto ad un’altra che respira la stessa aria per minor tempo. Allo stesso modo, anche le persone che non lavorano a diretto contatto con questo materiale hanno probabilità di essere esposte agli attacchi tumorali.

L’amianto può essere friabile oppure compatto ed è ovvio che il primo generi un rischio più elevato rispetto al secondo, meno sgretolabile e quindi meno capace di liberarsi nell’aria.

La bonifica amianto

La bonifica amianto deve essere svolta da aziende specializzate e registrate all’albo. Questo è necessario in quanto lo smaltimento eternit non è un’operazione che può essere eseguita da tutti e soprattutto non ammette improvvisazioni.

La rimozione e lo smaltimento dell’amianto richiedono competenze e cura.

La bonifica dell’amianto concerne l’eliminazione dei fattori di rischio attraverso delle misure orientate ad evitare il rischio di dispersione di fibre inquinanti nell’ambiente.

É possibile operare in maniera definitiva rimuovendo totalmente il manufatto inquinante oppure temporaneamente, eliminando il rischio mediante un incapsulamento che viene effettuato grazie ad una speciale resina che ha lo scopo di contenere le fibre, bloccandole al materiale di supporto.

Rivolgersi ad un’azienda specializzata e autorizzata (a Milano e Provincia, una delle aziende leader è la MBA Ambiente) è un passo fondamentale per poter avere garanzia e affidabilità sull’intervento.

Gli operatori hanno la competenza necessaria per poter svolgere il loro compito nel miglior modo possibile, in sicurezza e rispettando l’ambiente circostante.

Oltre alle operazioni di bonifica, è necessario smaltire i manufatti contenenti amianto perseguendo una procedura specifica sottoposta al controllo di diversi enti locali. Permessi e documentazioni opportune sono da considerarsi tappe obbligate che non tutte le imprese sono in grado di garantire.

Il sopralluogo per la bonifica amianto

Prima di passare alla bonifica amianto si rende opportuno un sopralluogo che ha lo scopo di determinare il pericolo, visionare l’area di azione, capire lo stato di degrado dei prodotti contenenti l’elemento inquinante e calcolare la quantità di materiale da rimuovere.

Questo comporta un vero e proprio piano di lavoro che richiede un’analisi attenta e preliminare dell’intervento.

L’azienda scelta deve saper svolgere con competenza e professionalità il sopralluogo, in modo da reperire tutte le indicazioni più corrette per poter poi svolgere il lavoro in maniera meno invasiva possibile.

Una volta che i dati sono a disposizione dell’azienda incaricata alla bonifica e smaltimento amianto, questa realizza un piano di intervento che comprende anche il trasporto in discarica dell’eternit o degli altri prodotti incriminati.

É importante che il progetto comprenda i presidi necessari in grado di proteggere e salvaguardare le persone direttamente coinvolte ma anche coloro le quali si trovano nel circondario. Spesso risulta utile una decontaminazione degli stessi operatori.

Il sopralluogo è fondamentale anche per l’aspetto economico: grazie ad esso risulta possibile formulare un preventivo dettagliato e preciso relativo alla bonifica amianto a Milano e il successivo smaltimento di rifiuti speciali.

A chi rivolgersi per la bonifica amianto e smaltimento

Sono diversi gli edifici che incorporano eternit e amianto, materiali che venivano impiegato in larga scala fino a fine anni ’80 sfruttando le loro molteplici proprietà.

Le tecniche di bonifica sono diverse e alcune sono applicabili in situazioni ben precise, più di altre, a seconda delle premesse fisiche e logistiche che prevedono l’intervento.

L’azienda interpellata deve saper lavorare proponendo la tecnica esecutiva capace di dare sicurezza e affidabilità, ottimizzando i tempi e le risorse disponibili.

Risulta logico avere a che fare con un’azienda che sulla base del sopralluogo illustra le diverse metodologie di intervento, consigliando la migliore soluzione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.