Il numero di occupati nelle imprese torna a crescere. Lo rivela uno studio della Camera di Commercio di Milano reso pubblico in occasione della Festa del Lavoro: sono 446 mila addetti in più in Italia, con un aumento pari al 2,8 per cento. E’ la stessa percentuale che si registra in Lombardia per un totale di 103 mila posti di lavoro. Ma le ottime notizie, per noi, arrivano dalla provincia di Monza e Brianza dove la ripresa va ancora meglio: la crescita qui è del 3,2 per cento con 6.981 posti di lavoro in più nel 2016 rispetto al 2015.

Non siamo tuttavia ai livelli delle grandi città, dove il numero degli occupati sta vivendo una crescita davvero consistente. In cinque anni, le maggiori crescite sono a Roma con 220 mila addetti in più, + 17%, a Milano con 106 mila in più, + 6%, a Napoli con 47 mila in più, + 10%.

Milano è la prima per addetti in Italia con 1,9 milioni, seguita da Roma con 1,5 milioni, Torino con 718 mila, Napoli con 542 mila, Brescia con 394 mila. In Lombardia, prime Milano con 1, 9 milioni, Brescia con 394 mila, Bergamo con 355 mila, Monza con 229 mila.

La provincia di Monza e Brianza, in virtù dei 6.981 posti di lavoro in più nelle imprese, figura nella top ten italiana dell’anno sulle nuove possibilità occupazionali. Compare al nono posto nella classifica che è così composta: Roma, Milano, Napoli, Bologna, Bari, Torino, Salerno, Brescia, Monza e Brianza, Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.