Mediaworld, sciopero contro lo spostamento della sede in Brianza

0

VERANO BRIANZA – Lo spostamento in città della sede di Mediamarket, proprietaria del marchio Mediaworld, è fonte di malumori e proteste: il sindacato ha proclamato uno sciopero per il prossimo 3 marzo dei dipendenti. I sindacati hanno indetto per sabato 3 marzo. Aderiranno anche i lavoratori dei 100 punti vendita italiani, per un totale di circa 6 mila dipendenti, che temono i tagli da parte dell’azienda.

Il gruppo purtroppo è in perdita. Circa 17 milioni di euro da recuperare. Con l’inevitabile scelta di ricorrere a contratti di solidarietà a partire dall’anno 2015. A breve è anche prevista la chiusura del punto vendita di Grosseto e di quello di Milano Centrale.

Ora la nuova decisione: via da Curno, la sede direzionale, che dà lavoro a 500 persone si trasferirà a Verano Brianza. Per qualcuno è una mossa per tagliare altro personale senza ricorrere ai licenziamenti. Diventa improponibile, del resto, percorrere ogni giorno 100 chilometri tra andata e ritorno per andare a lavorare, con due ore dedicate agli spostamenti.

Altri, invece, vedono nel trasferimento in Brianza anche la volontà di cedere la sede storica nell’ottica del piano di risanamento aziendale. Arrivare in affitto in Brianza, insomma, risulterebbe comunque più conveniente, a maggior ragione con dimissioni volontarie da parte del personale dipendente.

Nel frattempo, mentre dipendenti e sindacati cercano di dare battaglia, i brianzoli sono alla finestra. Spettatori interessati, cercano di capire problemi e sviluppi di tutta la vicenda.

G.Gal.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.