Monza scende in campo nella Giornata mondiale dell’Ambiente e non solo

0
Monza scende in campo nella Giornata mondiale dell'Ambiente

L’Amministrazione Comunale di Monza aderisce alla «Giornata mondiale dell’Ambiente» e lancia due iniziative: discutere del cambiamento climatico globale e dei suoi effetti sulle popolazioni e promuovere iniziative a livello locale per la protezione dell’ambiente.

«I cambiamenti climatici sono un fatto, spiega l’Assessore all’Ambiente Martina Sassoli. Perché cambia la società. Noi abbiamo il dovere di “adattarci” per dare un futuro ai nostri figli. E lo dobbiamo fare con progetti concreti, idee, risorse».

Si comincia mercoledì 5 giugno con «LivinGreen 1×365», una proposta di azioni concrete che possano spingerci a cambiare i nostri atteggiamenti quotidiani. Acqua, aria, energia e verde sono i temi al centro della giornata «green».

Acqua. A Monza ci sono sei case dell’acqua (via Cremona, via Debussy, via Iseo, via Maroncelli. via Paisiello e via Pellettier). «Promuovere l’acqua pubblica fa parte di un processo educativo che non solo fa risparmiare i cittadini, ma li spinge anche a comportamenti ecologici virtuosi», continua l’Assessore. Per questo il Comune di Monza, in collaborazione con Brianzacque, nella giornata del 5 giugno distribuirà gratuitamente le tessere per prelevare acqua nei distributori di Monza e Brianza a chi sottoscriverà il «Patto per l’ambiente».

Aria. «Viviamo in un’area più chiusa rispetto ad altre con una stagnazione maggiore dell’aria – prosegue Martina Sassoli – ma non possiamo cercare alibi perché i nostri polmoni respirano polveri sottili. Per questo sono determinanti i nostri piccoli comportamenti quotidiani. Come, ad esempio, scegliere la bici al posto dell’auto per i nostri spostamenti». In città attualmente c’è un servizio di bike sharing con 38 biciclette che presto sarà implementato. Quelle oggi disponibili possono essere noleggiate, 24 ore su 24, in una delle sette stazioni collocate in zone strategiche in città: Stazione FS via Arosio; «Urban Center» in via Turati/via Mentana; Largo XXV Aprile; piazza Citterio/via Petrarca; via Sempione/via Stelvio; Parco di Monza/viale Cavriga; Ospedale San Gerardo/via Pergolesi/via Baraggia.

Durante la «Giornata mondiale dell’Ambiente» gli abbonati potranno utilizzare il servizio gratuitamente, mentre chi non è abbonato potrà sottoscrivere il «One Day Mobile» al prezzo speciale di 2 euro e l’«Annuale Mobile» al prezzo speciale di 20 euro (inclusi 5 euro di ricarica). Gli abbonamenti possono essere acquistati con l’app «BicinCittà» e non prevedono l’utilizzo di alcuna tessera, è sufficiente lo smartphone per il noleggio delle biciclette.

Monza scende in campo nella Giornata mondiale dell’Ambiente

Infine, sempre il 5 giugno, sarà possibile «marchiare» la propria bici, cioè incidere il proprio codice fiscale sul telaio. Un’operazione semplice e veloce (e gratuita) che consente, nei casi di smarrimento della bicicletta, di rintracciare subito il legittimo proprietario.

Energia. Cambiare i propri comportamenti significa anche ridurre i consumi di energia e migliorare l’efficienza energetica della propria casa. Per questo l’Amministrazione Comunale ha messo a disposizione dei cittadini lo «Sportello Energia». «L’efficienza energetica del patrimonio edilizio – sottolinea l’Assessore – è uno dei temi sul quale siamo già al lavoro da tempo. Ad esempio stiamo sostenendo politiche energetiche che prevedono sconti importanti, dal 15% al 30%, a chi costruisce o ristruttura in classi energetiche performanti e fino al 50% per la demolizione del patrimonio vetusto che è sostituito da nuove costruzioni».

Inoltre, sul sito SportelloEnergia è possibile fare, in pochi click, l’«autovalutazione» della propria abitazione per capire se si consuma la giusta energia per riscaldare la propria abitazione e cosa fare per renderla più efficiente rispettando l’ambiente.

Il 5 giugno sarà anche l’occasione per presentare il progetto «Mosaico Verde», promosso con la società «Azzeroco2» allo scopo di individuare aziende partner con le quali avviare progetti di forestazione urbana all’interno del Comune di Monza (per maggiori informazioni: info@azzeroco2.it).

Il secondo appuntamento, come anticipato, è con «LivinGreen: storie di donne e di ambiente», dalle ore 16 nelle serre reali (normalmente non visitabili), per raccontare le «case history» di donne che si sono messe in gioco in nome del rispetto dell’ambiente o di un sogno a «impatto zero».

«La strada per la sostenibilità ambientale passa attraverso scelte individuali – conclude Martina Sassoli – e le donne giocano un ruolo sempre più decisivo nella gestione dell’ecosistema. Le donne hanno un ruolo fondamentale nell’educazione delle future generazioni, puntano alla sensibilizzazione sulle grandi sfide di sostenibilità che coinvolgono il pianeta, sembrano trovarsi davvero a loro agio con tutto ciò che è “eco”: sono meno consumiste e più attente ai temi del risparmio energetico e della raccolta differenziata. A loro lancio un appello: fatevi avanti, raccontateci le vostre storie. Partner del progetto sono associazioni e aziende del territorio che spiegheranno come stanno affrontando il tema della sostenibilità».

Le donne che vogliono portare la loro testimonianza al «LivinGreen» del 20 giugno devono inviare entro lunedì 10 giugno una mail a ambiente@comune.monza.it raccontando la loro esperienza in 50 righe.

Monza scende in campo nella Giornata mondiale dell’Ambiente

Oltre a queste attività che prenderanno il via con la partecipazione alla «Giornata mondiale dell’Ambiente», il Comune di Monza ha già avviato da tempo altre attività per migliorare la qualità dell’ambiente: incentivi per l’efficientamento del patrimonio edilizio esistente, con notevoli sconti per chi intendesse procedere; introduzione di un parco per veicoli di raccolta e smaltimento rifiuti almeno euro 6 o elettrici/ibridi/gpl; rinnovo parco per autobus ecologici; misure più restrittive per l’utilizzo di mezzi diesel; un piano di potenziamento delle stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Questi gli interventi per il miglioramento dell’aria, ma ne sono stati fatti anche per la tutela della qualità delle risorse idriche: diffusione delle casette dell’acqua per la riduzione della plastica e la valorizzazione dell’acqua pubblica in città e nelle sedi istituzionali, con la collaborazione di BrianzaAcque; percorsi di educazione ambientale nelle scuole sul tema del risparmio idrico.

Infine, interventi per il decoro e la riqualificazione del territorio: miglioramento della raccolta differenziata sia a livello qualitativo sia quantitativo; miglioramento del decoro urbano con la riduzione dei tempi di esposizione dei rifiuti e la riduzione dei disagi derivanti dal divieto di sosta per la pulizia delle strade; introduzione di un sistema efficace di controllo e nuova campagna di comunicazione per migliorare la raccolta differenziata; inoltre, riqualificazione dei giardini e di nuovi spazi verdi ad uso pubblico; realizzazione della prima oasi felina in città; realizzazione della prima oasi della biodiversità in collaborazione con ENPA.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.