Novità per gli edifici pubblici: in città arriva il teleriscaldamento

0

MUGGIO’ – L’asilo nido “Brodolini”, le scuole materne “San Carlo”, “De Amicis”, Collodi” e “Rodari”, le primarie “Casati”, “De Gasperi” e quella di via Allende-Montegrappa, le medie “Carlo Urbani”, l’istituto “Salvo D’Acquisto”, L’Itc Pacle. E, ancora, il poliambulatorio di via Ricostruzione, il palazzetto sportivo di via XXV Aprile, il palazzo comunale, Cascina Faipò, e lo Spazio Gioco di via Confalonieri. Cos’hanno in comune? Una novità: a breve potranno beneficiare del teleriscaldamento.

A dare l’annuncio nei giorni scorsi è stato direttamente il sindaco Maria Fiorito, che non ha nascosto al sua soddisfazione: “Sono molto contenta che l’iter per l’avvio del progetto legato al teleriscaldamento stia proseguendo spedito, grazie all’impegno dei nostri uffici tecnici e dei Consiglieri comunali che hanno approvato il piano da noi proposto”.

Lo stesso primo cittadino spiega quali saranno i benefici: “Questa soluzione, che riguarda numerosi edifici pubblici a tutt’oggi dotati di impianti vecchi e dispendiosi, consentirà una maggiore sicurezza, grazie all’eliminazione delle caldaie a combustibile, maggior attenzione all’ambiente garantendo sensibili riduzioni per quel che concerne le emissioni di anidride carbonica, e un notevole risparmio economico poiché saranno eliminate le spese di acquisto e manutenzione delle centrali termiche, quelle relative alla revisione delle caldaie e alla loro pulizia, e minori costi di gestione complessiva”.

Per il sindaco si tratta di un passo avanti sulla strada dell’innovazione “che ci consente di abbattere la spesa pubblica del nostro Comune, migliorando la qualità dei servizi”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.