BIASSONO – Per il Premio Il Solco è tempo di premiazioni.

Noi siamo quello che ricordiamo, il racconto è ricordo e il ricordo è vivere: così affermava Mario Luzi. Questa è anche la filosofia alla base de “Il Solco”, premio annuale di poesia in dialetto lombardo promosso dal Centro culturale don Ettore Passamonti  e dal Cenacolo dei poeti e degli artisti di Monza e Brianza.

Si svolgerà domani, domenica 11 febbraio, la cerimonia di premiazione dell’evento giunto quest’anno alla 28esima edizione e che da sempre si impegna a mantenere viva la lingua lombarda, attraverso i racconti e le poesie di quegli scrittori e poeti che ancora conoscono, amano, parlano e scrivono in vernacolo.

L’appuntamento è fissato per le 15 nella Sala Civica (via Verri 14) con la premiazione delle opere vincitrici e la lettura dei testi. L’evento sarà presieduto e condotto da Maria Organtini, poetessa e scrittrice monzese oltre che anima e storica presidente del Cenacolo dei poeti e degli artisti di Monza e Brianza.

Durante la premiazione è previsto anche un intermezzo teatrale con l’esibizione della compagnia dialettale “La Rinascita” di Biassono.

L’ingresso è libero.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome