Puntualità Trenord: per la Regione il nuovo orario sta dando risultati

0
Puntualità Trenord
Puntualità Trenord

Puntualità Trenord: L’indice di puntualità è attestato abbondantemente sopra l’82%, ovvero 7 punti percentuali in più rispetto alla media precedente il cambio orario. E soppressioni ridotte da 120 a meno di 40. Questi i risultati del cambio orario ferroviario entrato in vigore lo scorso 9 dicembre.

“Questi numeri – ha commentato l’assessore Terzi – confermano che la strada è quella giusta. Il servizio ha recuperato affidabilità e sta dando risultati positivi.
Andando avanti così, è possibile pensare di ridurre i bus sostitutivi con il prossimo cambio orario. Questo non significa che non esistano criticità, ma con l’innesto dei nuovi treni acquistati dalla Regione e gli interventi programmati da Rfi ci attendiamo, nei prossimi anni, un ulteriore passo in avanti”.

L’assessore ha spiegato che la Regione sta interloquendo con Trenitalia per subentrare nel contratto nazionale per la fornitura di 15 treni nuovi che andrebbero ad aggiungersi agli altri 161 già acquistati e che potrebbero entrare in servizio nella seconda metà del 2019.

Trenord in media trasporta quotidianamente oltre 800.000 pendolari, cifra pari al 26% del totale italiano: in sostanza il servizio ferroviario in Lombardia fa i numeri di Lazio, Veneto e Piemonte messi assieme. I viaggiatori sono cresciuti del 22% in 5 anni.

Il miglioramento dell’indice di puntualità Trenord risulta significativo su linee come la Saronno-Seregno-Milano-Albairate dove si è passati dal 68% all’86%, la Milano-Cremona-Mantova dal 70% all’87%, la Milano-Pavia-Stradella dal 59% all’80%, la Milano Bovisa-Pavia dall’81% all’89% e la Milano-Carnate-Lecco dal 63% al 77%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.