Ragazza violentata alla stazione: arrestato un ventottenne

0

DESIO – Pedinata, inseguita, bloccata e palpeggiata. Un tunisino di 28 anni, quando ha avuto la sua vittima tra le mani, ha anche cercato di spogliarla impedendole di raggiungere i binari alla stazione ferroviaria cittadina. Alla fine è stato arrestato lui dai Carabinieri, arrivati sul posto in men che non si dica, con l’accusa di violenza sessuale.

La vittima è una diciannovenne di Cavenago di Brianza, che lavora a Desio e che sabato verso le 19.30, finito il suo turno, si è recata alla stazione per fare ritorno a casa. Si è accorta della presenza dell’extracomunitario e ha aumentato l’andatura convinta che questo atteggiamento e il luogo pubblico potessero essere sufficienti a evitare ogni pericolo.

Entrata in stazione, però, è stata raggiunta dal tunisino che, oltre a pronunciare tutte le volgarità di cui era capace, ha iniziato a toccarla dappertutto mentre tentava di spogliarla. La poveretta, incapace di liberarsi dalla sua presa, si è messa a gridare. Per sua fortuna sono accorse alcune persone che hanno indotto lo straniero a tentare la fuga sul treno.

E’ stato bloccato ma, vista la situazione, mentre i soccorritori chiamavano i Carabinieri lui si è tagliato in modo le vene per accusare la ragazza di aggressione. Mentre la minacciava, però, è stato udito dai Carabinieri della centrale operativa che hanno registrato quanto stava dicendo.

Un minuto più tardi al polso si è ritrovato le manette. Per lui si sono aperte le porte del carcere. La ragazza, invece, è stata portata in ospedale per il supporto sanitario e psicologico. E’ stata dimessa poco più tardi, ma di certo ricorderà a lungo questa brutta vicenda.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.