Rapito Gesù Bambino dal presepe della contrada: l’indignazione della città

0

DESIO – Ogni anno i contradaioli della Büsasca cercano di portare un segno delle festività nel quartiere con la realizzazione del presepe. Qualcuno, però, a quanto pare non condivide l’iniziativa: il povero Gesù Bambino è stato rapito.

A darne l’annuncio sono stati proprio alcuni dei responsabili della contrada attraverso i social network: “Se proprio volevano il Gesù bambino… bastava chiedere e glielo avremmo fatto!!! Ma non sarebbe stato bello come rubarlo!!!”.

Niente di più vero. Probabilmente chi ha compiuto quel gesto inqualificabile trova soddisfazione proprio nel sequestro della statua di Gesù Bambino, non tanto nell’averne una tutta per sé. O, ancora, forse è quello stupido piacere che taluni provano nel rovinare le cose altrui, soprattutto quelle che riguardano l’intera collettività.

L’accaduto, naturalmente, non ha mancato di sollevare l’indignazione dei desiani. Numerose le persone che parlano di “tristezza”, “vergogna”, “cosa molto brutta”. Qualcuna, però, va oltre: “Sempre peggio la mia Desio”. “Mi unisco al commento – scrive un’altra utente – io sono nata e vissuta da sempre a Desio, ma così allo sbando non me la ricordo davvero”.

Un’altra donna sottolinea che “una volta ti portavano il pane e lo lasciavano fuori, adesso ti portano via tutto”. Ma c’è anche una concittadina che propone una soluzione: “Beccarli e poi bastonate sul groppone. Non se ne può più”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.