Roger Federer: il tennista dei record, per score, continuità, personalità.

E’ il giocatore che è stato numero uno più a lungo, 320 settimane. Che ha vinto più tornei del grande slam, segnando molti altri record legati ai singoli tornei.

Un uomo che ha sconfitto infortuni e stili, assuefazione e logorio e che ha continuato ad essere uomo, attivo con le sue fondazioni in un sostegno benefico a diverse realtà mondiali, con trend economici, anche essi vincenti.

Il più forte di sempre? Di sicuro l’unico che è dotato di un talento fuori dal tempo, in grado di adeguarsi ai diversi stili.

Su questo argomento, il Roger Federer fuori dai tempi, c’è stata anche una certificazione eccellente.

Ken Rosewall è un nome lontano, che sta nella leggenda di un tennis anni 50. classico, elegante e cavalleresco. Ha sulle spalle una permanenza nei primi dieci del mondo che ha attraversato almeno te generazioni tecniche, dal 52 al 75. Dopo 8 grandi slam vinti, ha visto cambiare abbastanza stili, tecnologie, tattiche e atleticità per essere giudice di ciò che è fuoriclasse, e ciò che non lo è.

Lui mette il confine fra il tennis che era e quello che è nell’avvento delle nuove racchette, insomma, un tennis stravolto dalla tecnologia, una potenza consentita dai materiale che ha cambiato atleti, fondi, stile e tattiche.

Resta il fatto che sono però rimasti i tennisti, alla base di tutti. E secondo Ken ce n’è solo uno che sarebbe restato un fuoriclasse anche con una racchetta di legno: Roger Federer.

Quella di Roger Federer è storia immensa. Una delle leggende che segnerano per sempre il tennis e lo sport.

E non è finita.

.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.