DESIO – E’ uno degli argomenti che più hanno fatto discutere i cittadini nell’ultimo mese. L’introduzione del sacco blu con il microchip, per la raccolta della frazione secca del rifiuto, soddisfa però pienamente le aspettative dell’amministrazione comunale. Anzi, forse ancora meglio del previsto.

E’ questa l’impressione che ha dato Stefano Bruno Guidotti, assessore all’Igiene urbana, intervenuto lunedì sera all’apertura dei lavori del Consiglio comunale per una breve relazione sui risultati finora conseguiti.

“In questo periodo – ha spiegato l’assessore – in città si è registrata una riduzione del secco indifferenziato del 44% che, in termini assoluti, corrisponde a 38 tonnellate in meno da raccogliere ogni settimana. Contemporaneamente abbiamo avuto un aumento dell’umido del 22%, di carta e cartone con un più 17%, il sacco del multimateriale è cresciuto del 28%, il vetro dello 0,7%”.

Guidotti, però, al di là dei dati, ha voluto evidenziare un altro aspetto: “Rispetto ad altre esperienze che ci hanno preceduto, la nostra esperienza è particolare. In poco tempo siamo arrivati a regime. Altri Comuni hanno avuto bisogno di più tempo, noi in due settimane abbiamo coperto il 100 per cento della raccolta del secco. Qui in città non c’è l’abbandono massivo di rifiuti che si è verificato altrove. Le situazione critiche che avevamo sono rimaste le stesse. C’è qualche sacco in più in giro, ma in misura minima. In conclusione devo dire che è un’esperienza positiva. Miglioreremo ancora di più introducendo una serie di novità”.

G.Gal.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome