NOVA MILANESE – Una famiglia davvero senza pace. C’è ancora apprensione tra i Del Zotto, stavolta per le sorti di Maria Lina Pedon, 81 anni, moglie di Alessio Palma di 85 anni. Nonni di Mattia, il ragazzo finito in carcere per l’avvelenamento di alcuni componenti della famiglia con il tallio.

I due coniugi erano già stati ricoverati in ospedale nell’ambito della drammatica vicenda del tallio. A differenza di altri familiari, dopo lunghe cure, erano però riusciti a sopravvivere. A caro prezzo. Per l’uomo era subentrata una polmonite, mentre la moglie aveva accusato un disturbo al cuore, problemi addominali e alle gambe.

Entrambi, però, alla fine erano stati dimessi e lentamente avevano cercato di riprendere i ritmi della quotidianità, pur con un grande dolore da affrontare per la vicenda che aveva coinvolto l’intera famiglia.

Domenica mattina, però, l’imprevisto. Mentre stavano uscendo di casa per andare a Messa nella chiesa di Sant’Antonino Martire, l’uomo ha inserito la retromarcia ed è andato a sbattere contro la recinzione. Tutto dispiaciuto e agitato per l’accaduto, ha cercato di rimediare innestando la prima e accelerando. Così facendo, però, ha travolto la moglie.

Sul posto sono subito arrivati i volontari del 118. La donna è apparsa in gravi condizioni. Trasportata all’ospedale di Niguarda e affidata alle cure dei medici, è in pericolo di vita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.