Srebrenica. Ovvero la follia in diretta.

Srebrenica; ovvero la guerra,  l’odio razziale, la pulizia etnica, a due passi da casa, nella indifferenza del mondo, o meglio nella nostra indifferenza, pochi anni fa.

A ribadire quanto la memoria abbia bisogno di farsi presente attraverso il ricordo, la sensibilità e la poesia per assumere la forza prorompente dell’emozione è nato “Incontri a Srebrenica” , una poesia video di Dario Di Agostino, autore e regista milanese con casa di produzione monzese.

L’11 luglio 1995 ebbe inizio a Srebrenica, in Bosnia Erezegovina, il più grande
genocidio in Europa dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.
Nel 23esimo anniversario della strage, Dario Di Agostino, ha realizzato un breve video
per ricordare gli attimi in cui i soldati serbi entrarono a Srebrenica, enclave dei
bosniaci musulmani, e uccisero, sotto gli occhi delle truppe Onu, più di 8.000
uomini.

L’idea di realizzare questo corto nasce dall’incontro, nel Memoriale di Potocari a
Srebrenica, con un superstite del genocidio che perse il fratello in quei giorni di
luglio.

La distribuzione al pubblico è volta a far conoscere episodi della Storia recente
poco vivi nella memoria dei più e a sensibilizzare su temi ancora molto attuali
quali la segregazione, l’odio e la violenza di pensiero e di azione nei confronti del
diverso.

La scelta autoriale ruota intorno alla voce narrante che accompagna il pubblico
tra le fle di lapidi nel vasto spazio del Memoriale. Un senso di angoscia, dato dal
quasi esclusivo utilizzo di immagini delle bianche tombe, pervade chi ascolta e
osserva.

Al passato, segue una narrazione lucida della situazione attuale a Potocari, dove
le famiglie ancora aspettano di poter piangere i propri cari, corpi dispersi in
smarrite fosse comuni. Ed ecco chiudersi il viaggio della memoria con l’invito a
raccontare questa tragedia, da parte di chi, a Potocari, è tornato dopo la fuga e
commemora il fratello morto 23 anni prima.

Alla produzione hanno partecipato Carlo Decio, attore milanese che vanta nel suo curriculum studi presso l’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi e presso a scuola del Teatro Arsenale di Milano. Recita per il teatro, per la tv e lavora come doppiatore e conduttore radiofonico e Cristian Labelli, compositore di un gran numero di colonne sonore per cortometraggi, mediometraggi, spot e documentari, ormai affermatosi dopo i suoi studi in “Musica per l’Immagine” presso l’Accademia Internazionale della Musica di Milano.

Ecco i dati generali di Incontri a Srebrenica

• REGISTA: Dario Di Agostino
• PAESE DI PRODUZIONE: Italia
• ANNO DI PRODUZIONE: 2018
• DURATA: 2’40”

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.