Stefano Pigolotti: come gestire il tempo senza che sia lui a gestirti

    0
    Stefano Pigolotti
    Stefano Pigolotti

    “Non ho mai tempo” oppure “non ho neanche il tempo di respirare”?

    Sicuramente sono frasi che hai pronunciato almeno una volta nella vita. La frenesia delle città, l’agenda ricca di appuntamenti e la voglia di fare la differenza spesso portano all’effetto totalmente opposto: ed ecco che invece di sfruttare ogni secondo della giornata, ti senti sopraffatto dagli eventi.

    Per capire come gestire il tempo senza che sia lui a gestirci, ecco il parere di un coach esperto del settore della crescita personale: Stefano Pigolotti. 

    Un nuovo punto di vista sul tempo

    Il tempo è stato studiato da numerosi punti di vista fin dall’antichità: i primi filosofi greci lo mettevano al centro delle proprie riflessioni e gli storiografi costruivano i propri racconti intorno ad esso. Con il passare del tempo si è diffusa sempre di più la percezione che non ci sia più tempo per fare nulla, né per dedicarlo a sé stessi né – tanto meno – agli altri. A complicare lo stress quotidiano, si è anche fatta spazio la consapevolezza che proprio quei minuti che non abbiamo a disposizione potrebbero fare la differenza.

    Per uscire da questo ragionamento quasi sillogistico, Stefano Pigolotti, imprenditore e mental coach, suggerisce una nuova prospettiva dalla quale analizzare il tempo. Il punto di partenza presuppone il ribaltamento della prospettiva dalla quale si guarda al tempo: non bisogna più preoccuparsi del tempo che scorre, ma cercare di inserirlo come parte integrante all’interno del proprio percorso evolutivo di crescita personale.

    Cosa significa questo? Significa che non è il tempo a fare la differenza, ma solo tu puoi farla. 

    Gestione del tempo nella crescita personale

    Per poter continuare a camminare lungo il percorso di self empowerment, il tempo può essere visto sia come un acerrimo nemico, sia come un eccellente potenziatore. Facciamo un esempio: immagina di correre la maratona e di avere alle calcagna un cane molto feroce; appena lo vedi puoi decidere di fermarti, cominciare a correre davanti a lui oppure di farti affiancare.

    Questa metafora riassume i tre principali atteggiamenti nei confronti del “panta rei” che regna sovrano nella società occidentale: puoi infatti decidere di farti paralizzare dal tempo, di lanciarti in una corsa estenuante dalla quale sai già che uscirai sconfitto oppure di sfruttarlo a tuo vantaggio.

    Stefano Pigolotti, che si occupa di formazione professionale e di crescita professionale da anni, ha dedicato un intero capitolo al tempo all’interno del suo libro Il tuo destino è sbocciare.

    Il suggerimento di questo professionista del settore è quello di utilizzare il tempo come un alleato, in modo tale che la tua vita acquisisca il ritmo giusto e che nessun secondo possa andare sprecato. L’importanza di individuare il proprio passo e di “prendersi il proprio tempo” non solo per prendere le decisioni, ma soprattutto per valutarne i risultati è un aspetto fondamentale.

    Cosa fare se non so gestire il tempo

    Se non riesci a gestire il tempo che hai a disposizione e questo aspetto ti provoca ansia e ti blocca nelle decisioni, potresti aver bisogno di una mano.

    Coraggio, non fare l’orgoglioso, non c’è nulla di male. Anche se puoi pensare che l’unico modo per aiutarti a gestire il tempo sia tirare indietro le lancette dell’orologio, in realtà esiste un metodo migliore, anzi una persona: il personal coach.

    Grazie ad un percorso di crescita personale che intraprenderai con questa figura di riferimento potrai non solo imparare come investire il tuo tempo, ma soprattutto come valorizzare gli attimi che la vita ti ha concesso.

    E ricorda sempre che una gestione oculata del tempo non significa vivere nell’ansia dei secondi che scorrono: godere del presente come un dono è anch’esso sinonimo di una buona gestione del tempo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci un commento
    Inserisci il tuo nome

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.