Storie di donne e di sostenibilità ambientale

0
Storie di donne e di sostenibilità ambientale

Donne, aziende e associazioni che si sono messe in gioco in nome del rispetto dell’ambiente o di un sogno a «impatto zero». Raccontare le loro storie è l’obiettivo di «LivinGreen: storie di donne e di ambiente» in programma giovedì 20 giugno dalle ore 16.30 alle Serre Reali.

«In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente – dichiara il Sindaco Dario Allevi – Monza è protagonista insieme a tantissime altre città di tutto il mondo dove si stanno svolgendo 1.780 eventi analoghi. È la dimostrazione del fatto che la tutela dell’ambiente passa anche da una corretta informazione».

Roche, Adidas, Acqua Foundation, AzzeroCo2, Lifegate, Guardie Ecologiche Volontarie del Comune di Monza e World Rise Onlus: saranno numerose le aziende e le associazioni «green» che racconteranno come, nella loro attività quotidiana, coniugano il tema della sostenibilità ambientale con quello della produzione.

«Il nostro primo obiettivo è informare e sensibilizzare i cittadini. Il nostro nemico è l’inciviltà e va combattuto insieme, dai piccoli comportamenti scorretti del quotidiano ai gravi reati ambientali di cui anche il nostro territorio è vittima. Pertanto riteniamo sia essenziale portare all’attenzione dei cittadini le migliori “best practices” in tema ambientale in grado di costituire dei modelli per tutti noi», dichiara l’Assessore all’Ambiente Martina Sassoli.

«LivinGreen» è pensato come un «contenitore» aperto a tutte le esperienze. «Abbiamo chiesto – spiega l’Assessore – a tutte le donne di raccontarci il loro rapporto con la difesa dell’ambiente. Ciò perché dove le donne sono coinvolte nei processi decisionali, anche istituzionali e economici, l’attenzione alle questioni ambientali cresce. A loro lancio un appello: fatevi avanti, raccontateci le vostre storie».

Le donne che vogliono portare la loro testimonianza al «LivinGreen» devono inviare entro il 15 giugno una mail a ambiente@comune.monza.it raccontando la loro esperienza in 50 righe. Le candidature saranno valutate da Diana De Marsanich, insignita del titolo di «giornalista più green» d’Italia.

L’evento del 20 giugno sarà anche l’occasione per lanciare il patto di collaborazione «Park Angels» per la tutela della fauna e della flora del Parco.

Storie di donne e di sostenibilità ambientale

Durante il pomeriggio del 20 giugno ci sarà spazio anche per moltre altre iniziative: laboratori gioco per i bambini; visite guidate al Roseto e alle Serre Reali della Reggia di Monza a cura dell’«Associazione della Rosa»; esposizione di “Riciclette”, cioè city bike prodotte con 800 lattine in alluminio riciclate, e monopattini elettrici; Casa dell’acqua mobile per la distribuzione di acqua di rete e la distribuzione delle tessere per l’uso; nonchè punzonatura delle biciclette. Eventi resi possibili anche grazie alla collaborazione delle Guardie Ecologiche del Comune di Monza.

Storie di donne e di sostenibilità ambientale

A tutti il «CiAl», il «Consorzio Nazionale Imballaggi Alluminio», distribuirà borracce in alluminio, per sensibilizzare sul tema dell’uso dell’acqua pubblica.
La giornata si chiuderà alle ore 20 con un concerto di un quartetto d’archi al femminile.

«Questa iniziativa – dichiara Enrico Boerci, Presidente e Ad di Brianzacque – è un esempio positivo che dimostra come due realtà pubbliche, un comune e un’azienda partecipata da 55 comuni di Monza e della Brianza, siano in grado di veicolare un messaggio incisivo ai cittadini, grazie ad un’attività coordinata e sinergica. Il patto ambientale e la fornitura gratuita delle tessere dell’acqua, in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, diventano elementi utili e indispensabili a spronare gli utenti a ridurre l’uso della plastica, attraverso comportamenti a basso impatto ambientale».

Quest’anno il tema scelto per la «Giornata Mondiale dell’Ambiente» è «Beat Air Pollution, ovvero «Sconfiggere l’inquinamento atmosferico». Il programma si incentra sulle azioni, anche individuali, per contrastare l’inquinamento atmosferico che ogni anno nel mondo provoca sette milioni di decessi prematuri e costa 5.000 miliardi di dollari in termini di welfare.

E sulle scelte individuali si concentra il Patto «Monza per l’ambiente» che l’Amministrazione Comunale chiederà ai cittadini di sottoscrivere, articolato in 15 punti tra cui: l’utilizzo di veicoli elettrici e di biciclette «condivise», la raccolta differenziata, il consumo di acqua a «chilometro zero».
Il Comune di Monza, quindi, ha messo «nero su bianco» quindici semplici «regole» per cambiare le nostre abitudini quotidiane e dare una mano all’ambiente. E, proprio per rispettare l’ambiente, il «Patto» sarà firmato digitalmente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.