MEDA – Quando i Carabinieri lo hanno visto che un paio di dosi di stupefacente in mano, lui ha tentato inutilmente di giustificarne il possesso con la scusa del consumo personale. Purtroppo per lui i militari non si sono accontentati delle sue dichiarazioni: hanno dato un’occhiata in tasca scoprendo che aveva un buon campionario di droga. Lo spacciatore, un nordafricano di 32 anni, è finito in manette.

Un pusher di non poco conto secondo gli inquirenti. Lo tenevano d’occhio da tempo, si muoveva sempre nel centro cittadino con particolare riferimento alla via Matteotti. Instancabile e capace di dare vita a un fiorente traffico. Centinaia, secondo le stime, i suoi clienti.

Domenica sera, però, i Carabinieri della Compagnia di Seregno sono entrati in azione. Lo hanno fermato mentre stava cedendo stupefacenti a due clienti. Loro sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di droga. Lui, invece, ha provato a inventare qualche scusa ma è risultato poco credibile.

Gli uomini dell’Arma lo hanno pertanto sottoposto a perquisizione, trovandolo in possesso di 27 grammi di cocaina, ma anche di uno di hashish e di altri quattro grammi di marijuana. Per lui si sono spalancate le porte del carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.