Un pugno in volto alla mamma, uno alla sorella: l’ubriaco finisce in manette

0

MUGGIO’ – Prima le botte a sua madre. Poi, quando è intervenuta la sorella per calmarlo, ha avuto una razione anche per lei. Il quarantaseienne, alla fine, è stato arrestato dai Carabinieri intervenuti nell’abitazione di Muggiò. Risponderà dell’accusa di lesioni e maltrattamenti in famiglia.

Purtroppo pare che non sia nemmeno la prima volta. L’uomo, disoccupato, è già noto alle forze dell’ordine perché ogni tanto perde il controllo con i familiari a causa dell’alcol.

Così è accaduto anche l’ultima volta. Ha chiesto soldi alla mamma che, un po’ perché non è un Bancomat con il portafoglio sempre gonfio e un po’ perché non vuole più vedere il figlio ridotto in quelle condizioni, si è rifiutata di allungargli qualche banconota.

Il rifiuto ha avuto come effetto quello di scatenare la sua ira, come previsto. Ma stavolta è andato oltre i limiti. Di fronte alla mamma irremovibile, non ha esitato a sferrarle un pugno in pieno volto. Poi un altro sganassone alla sorella che si è intromessa per allontanarlo e calmarlo.

Le urla hanno però richiamato l’attenzione dei vicini che, spaventati, hanno immediatamente telefonato ai Carabinieri. Sono arrivati sul posto quelli dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Desio, abituati a ogni tipo di intervento, ma hanno dovuto faticare non poco per neutralizzarlo e per portarlo in caserma.

Mamma e sorella, invece, sono state accompagnate al pronto soccorso. Medicate, sono state giudicate guaribili in sette giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.