Violi (M5S) chiama i Carabinieri: “Donna alla stazione circondata da stranieri”

1

CESANO MADERNO – E’ arrivato in città per il suo tour elettorale. Anzi, per una vera e propria maratona che lo sta portando ad avvicinare numerosi cittadini, a farsi conoscere e a spiegare il suo programma. Dario Violi, candidato del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Lombardia, però, sabato è stato involontariamente testimone di una brutta scena alla stazione cittadina di Trenord. A tal punto da sentirsi in dovere di richiedere l’intervento delle forze dell’ordine per soccorrere una donna circondata da stranieri.

“E’ vergognoso – afferma Violi, arrivato in città con il parlamentare desiano Davide Tripiedi – che le stazioni dei treni in Lombardia siano ormai terra di nessuno. Diretti responsabili sono i leghisti che hanno difeso il nord a parole. A Cesano abbiamo dovuto chiedere l’intervento dei carabinieri per difendere una donna circondata da un gruppo di uomini stranieri e in evidente difficoltà”.

“Abbiamo assistito a una scena penosa – conclude Violi -, i lombardi non meritano questo schifo e devono usare le stazioni e i mezzi pubblici in piena sicurezza. I partiti blaterano solo di immigrazione. La realtà è che hanno abbandonato il territorio e rinunciato a garantire la sicurezza per tornaconto elettorale. Ringrazio le forze dell’ordine per essere intervenute rapidamente”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.