Aziende hi tech e web, quelle che non sentono la crisi

0
Aziende hi tech
Aziende hi tech

Un comparto a sè, quasi dorato, quello delle aziende del settore hi tech e del web, vere e proprie mosche bianche nel contesto di un quadro di insieme che è caratterizzato da una fortissima crisi economica.
La vita sta cambiando già da anni, la contingenza legata al Coronavirus è stata soltanto l’ultima spinta verso questo cambio di direzione di chiara matrice multimediale. Il mondo parlerà sempre più un linguaggio tecnologico e la gran parte delle operazioni si sposterà in rete. Per la  gioia delle aziende che operano nel settore multimediale ed in quello delle alte tecnologie.
Tra le società europee che hanno visto aumentare maggiormente i ricavi negli ultimi anni, ci sono tante realtà che operano in questi settore: web, mobile data, digital marketing ed affini. Un mondo all’interno del quale la competizione si sta facendo comunque pressante, motivo per il quale diventa indispensabile il fattore di innovazione e qualificazione dei servizi offerti.
Il discorso si riflette sui mercati in termini di richiesta di prodotti e servizi da parte dei consumatori, ma anche con riferimento diretto, parlando di quotazione in Borsa: le aziende più in crescita operano tutte nel settore multimediale ed hi tech. Da Spotify a Google passando per il gigante della vendita online, Amazon, per continuare con Facebook, Alibaba, Netflix.
Anche il settore dei produttori di hardware rientra in questo novero: è il caso di Nvidia Corporation, azienda Usa che ha sede in California e che è attiva nella produzione e distribuzione di processori grafici, schede madri e componenti per prodotti multimediali per PC e console (Playstation, ad esempio): le azioni Nvidia sono tra quelle maggiormente in crescita in Borsa negli ultimi periodi.
Chi l’avrebbe detto solo qualche anno fa, quando ci si rivolgeva alla Borsa per acquisto di azioni legate a comparti tradizionali: oggi a tirare la carretta sono realtà come Microsoft; Intel attiva nel settore della realizzazione dei microprocessori; la stessa Nvidia di cui si parlava sopra; tutto quello che transita in rete, come Amazon e Facebook.
Segno più che tangibile di un mondo che è cambiato e che viaggia ora su binari multimediali, portandosi con sé anche tutto quello che riguarda settori quali investimenti e finanza. Perché a quanto sembra per investire, oggi, e farlo con un margine di sicurezza, è consigliato guardare al mercato delle azione che operano nei settori multimediali e dell’hi tech quali quelli sopra indicati.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.