Eventi sportivi dal vivo: come e dove seguirli oggi

0
Eventi sportivi dal vivo
Eventi sportivi dal vivo

Nel corso degli anni il modo in cui gli eventi sportivi sono stati messi in onda è cambiato notevolmente in Italia e nel resto d’Europa. Ricordiamo come fino a 10-15 anni fa quasi tutto il mercato veniva gestito da due realtà: Sky e Mediaset Premium. Lentamente le cose sono cambiate, anche grazie alla tecnologia digitale e mobile che ha modificato il modo di seguire il calcio e lo sport in generale.

Come vengono seguiti oggi gli eventi dal vivo di calcio e altri sport

Oggi sono sempre di più gli utenti che seguono gli eventi dal vivo attraverso PC, laptop e dispositivi mobili, mentre fino a qualche anno fa era tutto legato alla tv satellitare e ad abbonamenti on demand per seguire la squadra del cuore o il mondiale di Formula Uno, in base alla propria passione sportiva.

Si è tornato a parlare durante questo 2022 di una realtà come quella di Rojadirecta piattaforma di streaming per eventi live e gare di calcio internazionale, dato che in Spagna il suo creatore dovrà affrontare un processo che verte su una causa di diritti e proprietà intellettuale. La piattaforma di streaming è diventata famosa dopo il 2008 e ha raggiunto il suo picco di celebrità durante il mondiale di calcio disputato in Sudafrica il 2010. Da quel momento in poi ha avuto alterne fortune, tra chiusure e riaperture, ma certamente ha avuto un ruolo centrale per quanto riguarda la proliferazione di piattaforme di streaming non legali dedicate al mondo dello sport e del calcio in particolare.  

La stagione 2021-2022 per i cinque maggiori campionati di calcio

Dando una rapida occhiata ai cinque maggiori campionati, vediamo come in Ligue 1 dopo un anno di alternanza, il PSG è tornato a dettare i tempi del campionato di massima divisione francese. Dopo 24 giornate il club parigino viaggia con oltre 12 punti di vantaggio, rispetto all’Olympique Marsiglia, mentre il Nizza terza forza è distaccato da ben 17 lunghezze. Distacco considerevole anche per la Premier inglese, con il City di Guardiola che tiene a debita distanza il Liverpool, mentre il Chelsea, terza forza del campionato viaggi con sette punti di distanza dalla formazione di Klopp.

Anche in Germania la Bundesliga vede il Bayern Monaco in testa, seguito dal Borussia Dortmund con punti di distanza. I campionati più equilibrati e competitivi sono quindi la Liga spagnola e la nostra serie A, allo stato attuale delle cose. In Spagna c’è una situazione piuttosto anomala ai vertici della classifica, non per il primato del Real Madrid di Carlo Ancelotti, bensì per le altre posizioni di vertice, dove clamorosamente mancano sia il Barcellona che l’Atletico Madrid campione in carica. Al secondo posto si trova stabilmente il Siviglia, seguito con un distacco di 7 lunghezze dai rivali del Betis. Discorso invece più aperto e variabile per il campionato di serie A, dove Milan, Inter e Napoli, si stanno alternando da inizio stagione, in testa alla classifica. Torna tra le prime posizione anche la Juventus di Allegri che ruba la scena all’Atalanta di Gasperini. Deludente invece fino a questo momento la stagione delle due romane, in particolare la Roma di José Mourinho, solo settima in classifica. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.