Le nuove vite di Inter e Milan

0
Le nuove vite di Inter e Milan

Dopo che l’anno scorso la vittoria della Serie A da parte dell’Inter ha riportato la città di Milano in cima all’Italia, rompendo l’egemonia della Juventus, la sensazione è che il grande calcio sia tornato davvero a San Siro. Oltre al trionfo in campionato della squadra allora allenata da Antonio Conte c’è da segnalare l’ottima stagione messa a segno dal Milan targato Stefano Pioli, il quale ha condotto i rossoneri a una qualificazione in Champions League che riporta ai grandi fasti di un tempo. Si può dire, insomma, che nella stagione passata il calcio di prim’ordine è tornato a vivere al glorioso stadio di San Siro. 

Tuttavia, con le premesse attuali, sembra che quest’annata sarà molto più duro poter mantenere il livello raggiunto la stagione passata. Questo perché l’Inter ha dovuto lasciar andare una serie di protagonisti importanti che le hanno tolto il ruolo di favorita alla vittoria del campionato, un ruolo che adesso ha la Juventus secondo le scommesse sportive online che possiamo trovare adesso sui migliori siti. L’addio di Antonio Conte, certificato poco dopo la vittoria del campionato scorso, ha aperto uno scenario complicato per la società nerazzurra, la quale si è vista coinvolta in una crisi economica che non le ha permesso di mantenere i suoi uomini migliori. Dopo Conte ad andar via è stato Achraf Hamiki, acquistato per 60 milioni dal Paris Saint Germain, e poi Romelu Lukaku, per il quale l’Inter ha accettato una maxi offerta da 115 milioni da parte del Chelsea. Dopo questi illustri addii, dunque, l’Inter ha dovuto ripiegare su alcune alternative, iniziando con Simone Inzaghi come allenatore. L’ex tecnico della Lazio, che ha ben impressionato negli ultimi anni, è stato visto come il successore di Conte. Lo stesso accade con Edin Dzeko come centravanti al posto di Lukaku e Denzel Dumfries come esterno di destro al posto di Hakimi. L’obiettivo sarà dunque quello di potersi mantenere nella top 4 del campionato, ed è anche per quello che in estate è stato ufficializzato l’arrivo a costo zero di Hakan Calhanoglu, proveniente proprio dal Milan.

La squadra di Pioli, invece, ha puntato a mantenere praticamente tutti i suoi migliori elementi, resistendo alle avances di varie squadre per Kessie e Theo Hernandez, i giocatori più importanti e continui della stagione scorsa. Il riscatto di Tomori, un centrale difensivo di tutto rispetto, aiuterà senza dubbio la squadra a non risentire troppo dell’addio del portiere Gianluigi Donnarumma, il quale è stato però ben sostituito da Mike Maignan, solido portiere francese campione della Ligue 1 l’anno scorso con il Lille, la miglior difesa del campionato transalpino. Chi dovrà invece garantire più minuti in squadra è Zlatan Ibrahimovic, attaccante esperto e di grande qualità  che però nella scorsa stagione è stato spesso fermo per infortunio. Con Olivier Giroud come alternativa o anche possibile compagno di reparto, lo svedese avrà il compito di trascinare i suoi per un campionato di vertice, puntando a una seconda qualificazione in Champions League consecutiva.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.