Olio di Cbd, quali sono i principali benefici

2
Olio di Cbd
Olio di Cbd

Mentre prosegue la polemica politica intorno alla cannabis, che una parte del mondo politico vorrebbe legalizzare anche in Italia, nel resto del mondo sono sempre di più le aziende che stanno puntando con forza sulla commercializzazione di prodotti a base di cannabidiolo. In tal senso è da ricordare l’investimento operato da Altria, ovvero il produttore di Marlboro e di altre sigarette, che ha di recente sborsato ben 1,8 miliardi per acquisire una quota pari quasi alla metà di Cronos Group, società di cannabis canadese, con sede legale a Toronto.
Non si tratta peraltro dell’unico caso, a dimostrazione del fatto che in tanti ravvisano l’opportunità di guadagnare molto dallo sfruttamento commerciale del CBD.

Cos’è il CBD?

Il CBD, o cannabidiolo, è la seconda sostanza in ordine di importanza nella cannabis. Oltre a non essere psicoattiva, questa sostanza non crea assuefazione e, soprattutto, può essere impiegata in una vasta gamma di applicazioni terapeutiche.
Il suo apprezzamento è sempre più elevato, fondato anche su una lunga serie di studi scientifici i quali ne mettono in rilievo l’utilità. Del resto, testimoniata dal fatto che viene largamente impiegata nella cosiddetta cannabis terapeutica.

Cosa fa il CBD? Qual è la differenza con il THC?

Il CBD va a legarsi ai recettori CB2, posizionati sulle cellule T del sistema immunitario e a livello del sistema nervoso centrale. La stimolazione che ne risulta sembra essere la principale responsabile dell’azione antiinfiammatoria e immunomodulatrice che caratterizza i cannabinoidi.
La domanda che si fanno in molti, quindi, è la seguente: qual è la differenza tra CBD e THC? Possiamo affermare che se il secondo va ad alterare la percezione mentale, il primo provvede invece a stimolarne la guarigione.
Alla luce di quanto detto, possiamo aggiungere che l’olio di CBD riesce ad avere benefici nel trattamento dell’ansia, della psicosi, in caso di vuoti di memoria e nella lotta a disturbi come la schizofrenia e l’epilessia.

Quali sono i benefici garantiti dall’olio di CBD?

Per riuscire a garantire questi risultati, la sua assunzione dovrebbe avvenire per via sublinguale, come nel caso delle Gocce di Canapa, aggiungendolo agli alimenti e alle bevande che consumiamo ogni giorno, oppure ingerendone le capsule. Nel primo caso, gli effetti dell’olio di CBD possono essere percepiti con maggiore celerità. Assumendolo per via sublinguale i dosaggi possono risultare estremamente precisi e costanti, permettendo il conseguimento degli effetti desiderati in tempi che possono variare dai 5 ai 20 minuti. A renderlo possibile è in particolare il fatto che il CBD viene assorbito direttamente dal flusso sanguigno del tessuto sublinguale.

Il cattivo sapore che caratterizza questa tecnica di assunzione può essere bypassato tramite impiego di capsule gel, le quali consentono anche di ridurre ed eliminare i sovradosaggi, e quindi gli sprechi. In questo secondo caso è necessario qualche minuto in più affinché il cannabidiolo possa dare luogo ai suoi effetti, ma risulta meglio gestibile, soprattutto nelle persone che hanno un palato delicato.           

2 Commenti

  1. Il CBD ha davvero moltissime potenzialità, servirebbe lungimiranza così da consentire lo sviluppo di una filiera italiana certificata aperta alle aziende che già operano nel settore e non relegarlo all’ambito del solo monopolio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.