Quotazione dell’argento: guida per chi investe

0
Quotazione dell’argento
Quotazione dell’argento

Un metallo che è salito di interesse negli ultimi anni, di pari passo con la crescita della ricerca di asset sicuri sui quali investire. Asset che abbiano queste caratteristiche sono sempre ricercati e quando si parla di sicurezza è all’oro che si guarda.
Di recente anche l’argento è assurto al ruolo di riserva di valore seppur non con tutte le sicurezze del suo prezioso ‘parente’, il metallo giallo più ambito al mondo. L’argento fa da sempre parte della nostra storia, si pensi all’argenteria che nelle nostre case ha da sempre rappresentato un valore aggiunto.
Da quando si è assistito al crollo di tutti i tradizionali asset di investimento, a causa della crisi economica generalizzata, molti investitori piccoli, ma anche grandi realtà, hanno orientato i propri interessi verso il mercato dell’argento. Ecco perché la richiesta complessiva sta iniziando a crescere in modo significativo.

Perchè investire in argento?

Perché si tende ad investire sull’argento? Partendo da quanto sopra detto in materia di sicurezza che può garantire, vanno poi annoverate altre questioni: il prezzo basso, o comunque più conveniente rispetto a quello dell’oro; aspettative dei mercati, che se riferite ai prezzi dell’argento sono molto più elevate; l’incremento della purezza dell’argento Sterling; la domanda sempre crescente soprattutto di alcuni paesi.
Tutti fattori che portano a puntare su questo metallo piuttosto che su altri. Prima di investire è bene analizzare a fondo i mercati per conoscere la quotazione argento in quel dato momento storico, dato che si parla di un asset che subisce con cadenza periodica una alternanza della propria quotazione. Come, d’altra parte, tutti gli asset da investimento di questo mondo.

Come investire sull’argento

Chi investe in argento può seguire strade tradizionali, come nel caso dell’acquisto di oggetti preziosi, materiali, da conservare o da esporre in casa; e può anche puntare sull’argento finanziario, acquistando quindi il titolo, il che non implica il possesso materiale di argento.
la prima strada, quella più tradizionale, è come sempre quella maggiormente sicura. Per chi acquista argento fisico il consiglio è quello di optare per oggetti che no siano danneggiati né riparati; avrebbero infatti un valore minore. Al riguardo anche le personalizzazione dell’argento fanno calare il prezzo: è il caso ad esempio delle incisioni, tanto in voga in passato, ma che vanno a buttare giù il valore dell’oggetto prezioso nel caso di futura rivendita.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.