Serie A: quali saranno gli allenatori dei top club nella prossima stagione?

0
Serie A
Serie A

Siamo alle battute finali di questa appassionante stagione calcistica. Tutti i campionati stanno volgendo al termine, così come le coppe europee, e i verdetti non tarderanno ad arrivare. In Serie A, l’Inter, di cui sarebbe fiero Giuseppe Meazza, considerato il più grande giocatore italiano prima dell’era delle televisioni, sembra ormai lanciatissima verso il tricolore, mentre è più che mai aperta la lotta per le posizioni europee. A proposito dell’anno che verrà, la domanda che tutti si pongono è quella che riguarda gli allenatori, ossia se saranno tutti confermati sulle proprie panchine o se qualche società deciderà di far saltare il banco e ricominciare un nuovo progetto tecnico. Proviamo a dare una risposta riguardante le big nelle prossime righe.

Partiamo dalla Juventus. La squadra bianconera è quasi del tutto fuori dai giochi per portarsi a casa il decimo scudetto consecutivo, considerato a inizio stagione quasi una prassi se si vanno a vedere il mercato fatto, le statistiche o le quote sulle partite di Serie A. Inoltre, Cristiano Ronaldo e compagni sono stati prematuramente eliminati dalla Champions League agli ottavi di finale contro il Porto e la Coppa dalle Grandi Orecchie, obiettivo numero uno per la squadra di Andrea Agnelli. Rimane solo la finale di Coppa Italia per tirare su un’annata più complicata del previsto per i torinesi, per quanto se la debbano vedere contro l’Atalanta, che confermerà Gian Piero Gasperini. Se Andrea Pirlo non dovesse riuscire ad alzare almeno un trofeo, l’avventura con la Juventus potrebbe finire prima del previsto. Tra i nomi che circolano per sostituire eventualmente l’ex fantasista c’è quello di Simone Inzaghi della Lazio, che scatenerebbe un valzer delle panchine in Serie A. Occhio anche a Spalletti, mentre le piste che portano a Zidane, Allegri e Guardiola sembrano poco percorribili.

I biancocelesti, come detto, non sono ancora certi che Inzaghi rimarrà anche il prossimo anno sulla panchina della società di Lotito. Sia per questioni di rinnovo che di interesse della Juventus per sostituire Pirlo. A quel punto, le Aquile potrebbero doversi guardare intorno e, oltre agli ex Nesta e Mihajlovic, si fanno largo i nomi di De Zerbi e Gennaro Gattuso, che potrebbe a sua volta lasciare il Napoli a fine stagione. Almeno questa è la sensazione che si ha da gennaio nel capoluogo campano e De Laurentiis starebbe già pensando alla soluzione per il campionato 2021/2022. Il profilo ideale per il presidente partenopeo potrebbe essere quello di un allenatore che proponga un ottimo calcio con la rosa a disposizione. Ecco perché qualcuno ha fatto il nome di Ivan Juric del Verona, per altro stimato a livello personale proprio da De Laurentiis. Ma occhio anche a Italiano dello Spezia e alla suggestione Sarri, che potrebbe anche mettere da parte i dissapori del passato per tornare a Napoli. Non sembra tramontata, però, anche l’ipotesi di Paulo Fonseca.

Il portoghese, come noto, ha poche chance di rimanere alla Roma. Il quarto posto sembra sfuggito di mano, così come si sta complicando la situazione per il sesto, quest’anno ultimo valido per la qualificazione in Europa League. L’unica possibilità di permanenza sarebbe quella di vincere proprio l’ex Coppa UEFA, ma per farlo bisognerà battere il Manchester United in semifinale, raggiunta dopo la vittoria nel doppio confronto contro l’Ajax. Qualora il lusitano dovesse lasciare i giallorossi, sembra che il principale candidato sia Maurizio Sarri, specie dopo i “no” arrivati da Nagelsmann e Massimiliano Allegri. Occhio anche a Jardim, molto apprezzato da Thiago Pinto, e allo stesso Juric, mentre sembra difficile un ritorno di Spalletti. Infine ci sono le due milanesi. Il Milan dovrebbe confermare Stefano Pioli, così come l’Inter Antonio Conte.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.